Steroidi anabolizzanti: effetti collaterali

Steroidi anabolizzanti: effetti collaterali

L’identificazione precoce di questi casi specifici può portare, attraverso processi di monitoraggio o di cambiamento della terapia farmacologica da parte del medico, a un cambiamento drastico della prognosi del paziente. Pazienti che prendono dosaggi terapeutici di colchicina per un periodo prolungato possono andare incontro a miopatia prossimale combinata a polineuropatia soprattutto se i soggetti già soffrono di insufficienza renale e se fanno già uso di ciclosporina. La presentazione clinica oltre alla debolezza dei muscoli prossimali evidenzia areflessia distale e perdita della sensibilità (28). Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

In medicina gli steroidi trovano impiego come cura per alcune forme di osteoporosi e artrite reumatoide, ma anche per curare forme di deficit ormonali.

Disponibile anche nel formato

Gli steroidi androgeni/anabolizzanti (AAS) sono il testosterone e i derivati sintetici e sono usati principalmente a scopo medico per la terapia ormonale sostitutiva nell’ipogonadismo maschile. Attualmente in Italia come AAS ad uso umano è rimasto solo il Testosterone, mentre all’estero come negli USA o in altri paesi sono rimasti disponibili altri farmaci usati come anabolizzanti a ridotto potere androgeno come Nandrolone, Oxandrolone e Ossimetolone. Gli steroidi sono comunemente e legalmente considerati farmaci dopanti e inseriti nella lista antidoping della WADA(lista di sostanze dopanti e metodi proibiti).

  • Per questo motivo (ossia per la sua capacità di regolare la produzione dei globuli rossi e dunque di aumentare l´apporto di ossigeno nel sangue), è molto diffusa tra ciclisti e maratoneti, costretti a prestazioni atletiche di lunga durata.
  • L’aumento dell’acne è frequente in entrambi i sessi; la libido può aumentare o, più raramente, ridursi; possono aumentare l’aggressività e l’appetito.
  • I FANS sono quindi più che semplici analgesici, aiutano anche a ridurre l’infiammazione e abbassano la febbre.
  • La durata d’azione può essere approssimata per semplicità tramite l’analisi dell’emivita biologica.
  • Si verifica un aumento delle energie e della libido (negli uomini), ma tali effetti sono più difficili da quantizzare.

Un discorso simile può essere esteso al Megestrol e agli agenti progestazionali utilizzati per la cura del tumore metastatico al seno e dell’endometrio (54). La leucemia limfoblastica acuta nei bambini viene generalmente trattata con il metotrexato che a causa di una reazione idiosincratica avversa può determinare dolore osseo, osteoporosi e fratture da stress (54)(55). Nella famiglia dei disturbi periarticolari, sempre di largo interesse e di comune riscontro nella pratica clinica del fisioterapista, ci sono anche le entesopatie.

Menu di navigazione del sito

Più veloce e facile è distribuire lo steroide, più è solubile nei grassi come nella fase di aspirazione e meno peso molecolare. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la distribuzione del farmaco agli organi e ai tessuti del corpo non è uniforme per diverse ragioni, una delle quali è l’esistenza di cosiddette barriere tissutali nel corpo. Le barriere tissutali proteggono dall’ingresso di sostanze estranee (comprese le droghe) in alcuni tessuti, prevenendone il danneggiamento.

  • Questi studi clinici hanno inoltre dimostrato una significativa riduzione della comparsa di nuove lesioni cerebrali valutabili con la risonanza magnetica.
  • Nella famiglia dei disturbi periarticolari, sempre di largo interesse e di comune riscontro nella pratica clinica del fisioterapista, ci sono anche le entesopatie.
  • Il fluorochinolone è il farmaco maggiormente studiato per i suoi effetti collaterali sulle patologie tendinee in particolare sul tendine d’Achille.
  • Dato che gli anabolizzanti aiutano a costruire massa muscolare, sono inseriti anche nella lista di sostanze dopanti vietate agli sportivi e sono spesso oggetto di vendita e distribuzione illecite.
  • Un deficit persitente di vitamina D determina osteomalacia e di conseguenza fragilità ossea nell’adulto.
  • Sintomi di astinenza potrebbero verificarsi in caso di interruzione improvvisa del trattamento.

Da esso l’organismo produce un’ampia serie di altri steroidi, tra cui gli ormoni sessuali dei vertebrati. Livelli elevati di LDL e bassi livelli di HDL aumentano il rischio di aterosclerosi, una condizione che causa il restringimento dei vasi e la conseguente mancanza di ossigenazione. Se ciò avvenisse al cuore o al cervello, il risultato può essere un infarto o un ictus.

L’abitudine ad un confronto interprofessionale col medico curante potrebbe inoltre permettere un migliore monitoraggio della terapia farmacologica e l’identificazione di percorsi preventivi o conseguenti all’uso di farmaci potenzialmente dannosi. I disordini muscoloscheltrici indotti dall’uso e dall’abuso di farmaci sono caratterizzati da una complessa presentazione clinica sebbene il dolore articolare e il dolore muscolare siano spesso gli unici sintomi lamentati dal paziente. Poiché questi medicinali possono aumentare il rischio di lesioni o sanguinamento dello stomaco e dell’intestino. Il medico potrebbe pertanto prescriverle un medicinale per proteggere lo stomaco (misoprostolo o inibitori di pompa protonica). È pertanto possibile che Buscofen possa ritardare un trattamento adeguato dell’infezione, cosa che potrebbe aumentare il rischio di complicanze. Ciò è stato osservato nella polmonite causata da batteri e nelle infezioni cutanee batteriche correlate alla varicella.

La prevalenza della chirurgia della cataratta risultò più alta nei bracci trattati con triamcinolone acetonide 4 mg e 1 mg (rispettivamente 83% e 46%) rispetto al braccio fotocoagulazione focale/griglia (31%). Analogamente l’aumento della IOP≥10 mmHg risultò più frequente tra i pazienti trattati con triamcinolone acetonide 4 mg e 1 mg (33% e 18% rispettivamente) rispetto a quelli che ricevettero fotocoagulazione focale/griglia (4%) (2). Successivamente lo studio DRCR.net protocollo I ha confrontato l’efficacia del trattamento con ranibizumab + fotocoagulazione (immediata o differita) rispetto al trattamento con triamcinolone 4 mg + fotocoagulazione immediata e rispetto alla sola fotocoagulazione. L’edema maculare diabetico (EMD) rimane ad oggi la principale causa di perdita della visione nei paesi sviluppati, nonostante i continui progressi nella terapia sia del diabete mellito che della retinopatia diabetica. In un recente passato lo standard di trattamento per l’EMD era costituito dal laser focale o a griglia, efficace nel ridurre la probabilità di perdere 15 o più lettere di acuità visiva in 3 anni.

Sistema cardiovascolare

Sono disponibili anche preparazioni da somministrare per via intramuscolare o endovenosa (indicate soprattutto nelle emergenze), per uso topico (pomate e creme), per uso inalatorio (aerosol, bombolette pressurizzate e spray nasali) e colliri. I glucocorticoidi agiscono principalmente controllando la glicemia (il livello di glucosio nel sangue), al fine di assicurare il funzionamento dei processi cruciali per la sopravvivenza (come la funzionalità cerebrale). Questi ormoni agiscono anche sul metabolismo dei grassi e delle proteine e tendono ad aumentare la pressione arteriosa. L’alterazione di un fisiologico”dialogo” fra questi due tipi di cellule dà luogo a uno squilibrio nella sintesi dei prodotti dei linfociti T, con abnorme produzione di una serie di molecole di interazione cellulare che porta a eritema e formazione di squame. Fumarati (esteri dell’acido fumarico) Se ne conoscono gli effetti benefici già da diversi anni, i risultati sono soddisfacenti.

Se è vero che in assenza di importanti fattori di rischio potrebbe non essere un grosso problema, il rischio rimarrebbe basso in termini assoluti, nel caso di pazienti a rischio il problema è sicuramente più concreto. In base a quanto emerge dallo studio Clomid il fattore chiave è il dosaggio, più che la durata del trattamento (il rischio aumenta dopo circa una settimana di trattamento e rimane poi più o meno costante). Come tutti i farmaci anche gli antinfiammatori comportano il rischio di effetti collaterali.

Disclaimer: Views and opinions expressed herein are of the user only and do not represent the views and/or opinions of the Company, nor are they endorsed or verified by the Company in any manner whatsoever. The Company does not take responsibility for views/opinions expressed by users, including in respect of compliance with law and third party rights, genuineness or accuracy, completeness or otherwise. As such, all views/opinions are placed by third party users on an as is where is basis, without any warranties of any kind, and any reliance placed on such views shall be solely at your risk, cost and expense.

Tags :
X
wpChatIcon
×
×